Greggio in calo per preoccupazioni domanda, dollaro forte

LONDRA (Reuters) – I prezzi del petrolio sono in calo, con le aspettative di una domanda più debole e la forza del dollaro in vista di un aumento dei tassi di interesse potenzialmente elevato che relegano in secondo piano i timori sull’offerta.

L’Agenzia internazionale per l’energia ha detto questa settimana che la crescita della domanda di petrolio si fermerà nel quarto trimestre. [IEA/M]

Il dollaro si mantiene vicino ai picchi recenti, sostenuto dalle aspettative che la Federal Reserve statunitense continuerà a inasprire la politica monetaria. [USD/]

Alle 10,50 circa, i futures sul Brent scambiano ​​​in ribasso dello 0,4​%​​, o di 0,39​ centesimi, a 93,71 dollari al barile, mentre il greggio Usa perde lo 0,5​%​​, o 0,42 centesimi, a 88,06​ dollari al barile.

“Sono molte le forze che dettano la tendenza dei prezzi sui mercati petroliferi in questo momento, con l’incertezza economica in primo piano”, ha detto Craig Erlam del broker Oanda. “Il rafforzamento del dollaro è potenzialmente un altro elemento a sfavore”.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Sabina Suzzi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post La criptovaluta BNB ha ceduto oltre il 3% in 24 ore
Next post Gas, prezzo oltre 230 euro. L’Europa rischia una bolletta più alta di 800 mld di dollari. Ecco perché il piano dell’Ue fa acqua, secondo Citi