Caso Twitter, Musk chiama a testimoniare l’ex ceo Dorsey

Nella disputa legale contro il social media, che ha denunciato Musk per avere ritirato l’offerta di acquisto da 44 miliardi di dollari. Il 17 ottobre prima udienza al tribunale del Delaware

Il ceo di Tesla Elon Musk ha chiamato a testimoniare l’ex ceo e co-fondatore di Twitter Jack Dorsey. Alla fine di luglio, Musk ha fatto causa a Twitter dopo che il social media lo aveva denunciato per essersi ritirato dall’offerta di acquisto da 44 miliardi di dollari. Musk afferma che Twitter non è stato onesto con lui su quanti utenti del social media siano in realtà spam e account di robot. E all’inizio di questo mese, ha accusato l’azienda di nascondere i nomi dei dipendenti specificamente responsabili della valutazione di tale proporzione. Twitter afferma che le sue lamentele sono un pretesto per poter ritirare l’offerta impunemente. La prima udienza del processo Twitter contro Musk è in programma il prossimo 17 ottobre presso il tribunale del Delaware.

Dorsey si era detto favorevole all’offerta d’acquisto di Musk

Dorsey si è dimesso per la seconda volta dalla carica di ceo di Twitter lo scorso novembre e ha ceduto il controllo della società che ha contribuito a creare a Parag Agrawal. La citazione elenca le informazioni richieste a Dorsey, inclusi documenti relativi “all’impatto o all’effetto di account falsi o spam sull’attività e sulle operazioni di Twitter”. Dorsey, co-fondatore di Twitter, è stato un sostenitore dell’offerta di Musk, twittando lo scorso aprile che il ceo di Tesla era “l’unica soluzione di cui mi fido” per l’azienda. (riproduzione riservata)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post Bitcoin ($): possibile rottura al ribasso
Next post I futures del Gas Naturale in rialzo durante la sessione U.S.A.