Dax future: primo supporto a 12.600 punti

Nella seduta di mercoledì il Dax future (scadenza settembre 2022) è sceso verso il sostegno posto a quota 12.600 punti prima di iniziare un veloce recupero intraday. La situazione tecnica di breve termine rimane ancora contrastata: prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà pertanto necessaria un’adeguata fase riaccumulativa. Al rialzo, infatti, solo il ritorno sopra la barriera, grafica e psicologica, dei 13.000 punti potrebbe fornire un segnale di forza. Pericolosa invece una discesa sotto quota 12.600 anche se, da un punto di vista grafico, soltanto il cedimento del sostegno posto a 12.400 punti potrebbe fornire un nuovo segnale ribassista di tipo direzionale.

L’Eurostoxx50 future (scadenza settembre 2022) è sceso fino a quota 3.400 punti prima di iniziare un veloce recupero. Il quadro tecnico di breve periodo rimane ancora precario: un ulteriore rimbalzo dovrà affrontare una prima resistenza in area 3.487-3.490 e una seconda barriera a 3.515-3.518 punti. Pericolosa una discesa sotto quota 3.400 anche se, da un punto di vista grafico, un nuovo segnale ribassista di tipo direzionale arriverà soltanto con il cedimento del sostegno posto a 3.350 punti. (riproduzione riservata)

Gianluca Defendi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post Greggio, rimbalza dopo essere sceso sotto i 100 dollari ieri
Next post L’Italia batte la Germania nella corsa a tagliare la dipendenza dal gas russo