Cina, reopening nel 2023 a rischio con Zero Covid per anni? Dopo Goldman Sachs anche Nomura taglia stime Pil

Gli analisti di Nomura hanno tagliato l’outlook sulla crescita del Pil cinese del 2023 dal 5,1% al 4,3%, citando il rischio che la politica di Zero Covid venga portata avanti, e il timore di un balzo delle infezioni dopo un possibile reopening nel mese di marzo dell’anno prossimo. Nomura si affianca così agli economisti di Goldman Sachs, che hanno rivisto al ribasso le loro previsioni sul Pil della Cina dal 5,3% al 4,5% per il 2023. Diversi gli esperti che hanno avvertito come la politica Zero Covid della Cina potrebbe durare anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post I futures dell’Oro in ribasso durante la sessione Asiatica
Next post Banca d’Inghilterra alza tassi a 2,25%, nonostante probabile recessione