Una talpa denuncia Twitter, ‘gravi carenze sulla sicurezza’

‘Ingannate le autorità sugli account falsi’. Un goal per Musk

di Serena Di Ronza

Twitter ha ingannato le autorità americane sulle sue difese di cybersicurezza e sugli account falsi.

A denunciare la società che cinguetta è la talpa Peiter Zatko, rinomato hacker ed ex manager del social media, secondo il quale le “gravi carenze e negligenze” insabbiate mettono a rischio la sicurezza nazionale e la democrazia.

Accuse pesanti che rischiano di minacciare l’azione legale avviata da Twitter contro Elon Musk per costringerlo ad acquistare la società.

Zatko, conosciuto nel mondo cyber come ‘Mudge’, ha presentato il 6 luglio scorso un esposto alla Sec, al Dipartimento di Giustizia, alla Federal Trade Commission e ad alcuni membri del Congresso per denunciare Twitter. Cacciato dal social lo scorso gennaio, l’ex manager ha descritto la società come caotica e senza timone, incapace di tutelare in modo appropriato i suoi 238 milioni di utenti giornalieri, incluse le agenzie governative e i capi di stato. E l’ha accusata di aver violato l’accordo con la Ftc (l’authorithy per le tlc) del 2011 sulla protezione dei dati degli utenti, di aver ingannato le autorità sull’identificazione e la rimozione degli account falsi o spam, inclusi quelli che potevano essere usati per le interferenze estere e la disinformazione. Zatko si è spinto fino ad accusare Twitter di aver nei suoi libri paga agenti stranieri con “accesso diretto ai dati degli utenti”. All’inizio del mese un dipendente della società è stato rinvenuto colpevole si aver spiato per l’Arabia Saudita fornendo i dati degli utenti critici di Riad alle autorità del paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post RAI WAY – Tempi maturi per nuovi allunghi, dopo aver rivisto il gap
Next post Wall Street in salita, atteso discorso di Powell a Jackson Hole