Alibaba, via libera della Borsa di Hong Kong al cambio di quotazione

Investing.com – Entro la fine del 2022, entrerà in vigore la richiesta di Alibaba (NYSE:BABA) di convertire lo status della propria quotazione da primaria a secondaria a Hong Kong, si legge nel documento.

La Borsa locale ha infatti accettato la richiesta del colosso dell’e-commerce di cambiare la propria quotazione da secondaria a primaria, una conversione che permetterà alla società fondata da Jack Ma di poter essere inclusa in un programma di collegamento azionario con la Cina continentale.

Alibaba (HK:9988) è quotata come “primary” sul NYSE dal settembre 2014, mentre la quotazione secondaria nell’ex colonia britannica è avvenuta nel novembre 2019. Quotazione, quella ad HK, che ha garantito “un aumento significativo del nostro flottante pubblico e del volume degli scambi alla Borsa di Hong Kong”.

“Data la presenza sostanziale delle nostre operazioni commerciali nella Grande Cina e il nesso tra Hong Kong e le nostre principali operazioni commerciali nella Grande Cina, prevediamo che la conversione in quotazione primaria ci consentirà di ampliare la nostra base di investitori e facilitare una maggiore liquidità, e in particolare espandere accesso a investitori con sede in Cina e in altri paesi asiatici”, ha dichiarato la società in nota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post Scatta il piano Ue per ridurre i consumi. Dagli spot del governo alle luci spente in città: cosa succede in Italia
Next post Superbonus: la prossima mossa per rimetterlo in moto e tutte le novità del 2022