Azionisti Tesla approvano stock split 3:1

Giovedì sera Tesla Inc (NASDAQ:NASDAQ:TSLA) ha tenuto la riunione annuale degli azionisti presso lo stabilimento di produzione di Austin (Texas). La maggior parte delle 13 raccomandazioni del consiglio di amministrazione sono state approvate dagli azionisti. Il CEO Elon Musk ha tracciato i progressi del produttore di auto elettriche.

Sui dirigenti Tesla Nonostante l’opposizione del board, gli azionisti hanno approvato una proposta consultiva che rafforzerà la capacità degli azionisti di nominare i dirigenti. Non sono state approvate due proposte relative alla riduzione del mandato degli amministratori a due anni e alla rimozione dei requisiti di maggioranza assoluta.

Il board di Tesla ha visto l’uscita del co-fondatore di Oracle Corporation (NYSE:NYSE:ORCL) Larry Ellison, che ha deciso di non candidarsi per la rielezione. Gli azionisti hanno appoggiato una proposta per rieleggere Ira Ehrenpreis e Kathleen Wilson-Thompson, membri del consiglio di amministrazione rispettivamente dal 2007 e dal 2018. Il board è destinato a ridursi a sette membri dagli attuali otto.

Lo stock split è stato approvato Gli investitori di Tesla hanno aperto la strada a uno stock split 3:1, che aumenterà il numero di azioni circolanti della società a 4 miliardi e che dovrebbe rendere il titolo più accessibile agli investitori.

Nel 2020 Tesla aveva frazionato le sue azioni con rapporto 5:1.

Le proposte non approvate Le proposte degli azionisti che non sono state approvate riguardavano il diritto dei dipendenti di formare un sindacato e la richiesta a Tesla di segnalare ogni anno le iniziative per prevenire la discriminazione razziale e le molestie sessuali.

Tesla è “degna del suo nome” Musk ha affermato che la casa automobilistica ha già raggiunto un tasso di esecuzione (run rate) annualizzato di 1,5 milioni di unità. In base alla performance nel resto dell’anno, l’azienda intende concludere il 2022 con un run rate di 2 milioni di unità.

Musk ha detto che è stato “notevole” che Tesla abbia prodotto la sua 3 milionesima auto rispetto a dieci anni fa, quando ne aveva prodotte meno di 3.000.

L’amministratore delegato si è detto orgoglioso del fatto che Tesla sia stata in grado di produrre più denaro di quello che ha speso, e che l’azienda è “degna del suo nome”.

Riguardo all’aumento della produzione, ha affermato che Tesla “potrebbe essere in grado di annunciare la sede di un altro impianto entro la fine dell’anno”.

Curiosità interessanti Musk ha in qualche modo dato un’anticipazione sulle tempistiche di raggiungimento della piena guida autonoma per i suoi veicoli, affermando “Quest’anno lo giuro”. Ha esortato coloro che lavorano nel settore dell’intelligenza artificiale a valutare la possibilità di lavorare per Tesla. “Risolvere la questione dell’autonomia amplificherà il flusso di cassa libero a un livello che è… wow.”

Sull’attesissimo Cybertruck, Musk ha affermato che non può mantenere il prezzo originale poiché i costi sono aumentati troppo da quando è stato presentato il veicolo.

Sul tema dell’aumento dei prezzi, Musk ha detto: “Suppongo che abbiamo superato il picco dell’inflazione”, aggiungendo che per la maggior parte delle cose che entrano in una Tesla, i prezzi stanno tendendo al ribasso.

Tesla senza Musk Per quanto riguarda la sua presenza in Tesla e la successione, Musk ha detto che intende rimanere con l’azienda finché sarà utile. Ha aggiunto che la sua presenza potrebbe essere molto utile nella progettazione di prodotti e fabbriche, nonché nella produzione.

“Tesla continuerebbe a fare molto bene anche se venissi rapito dagli alieni o tornassi sul mio pianeta natale”, ha scherzato prima di dire che non se ne andrà presto.

Movimento dei prezzi di Tesla Le azioni Tesla hanno chiuso la sessione regolare di giovedì in aumento dello 0,4% a 925,9 dollari e nella sessione after-hours hanno guadagnato un ulteriore 0,17% a 927,5 dollari. Dati di Benzinga Pro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post Borsa Milano positiva su buone trimestrali, occhi su BoE
Next post Lavoro: Inapp, solo 531mila apprendisti, si stenta a usarli