Tesla sigla accordi di fornitura con due aziende cinesi

Tesla, Inc. (NASDAQ:NASDAQ:TSLA) ha firmato accordi separati con due aziende cinesi per l’approvvigionamento di materie prime per batterie, ha riferito Bloomberg, citando i documenti di Borsa di queste società.

Cosa è successo Il produttore di auto elettriche ha siglato accordi sui prezzi con Zhejiang Huayou Cobalt Company e CNGR Advanced Material Company per la fornitura di materiale ternario per batterie agli ioni di litio.

L’accordo di fornitura con Zhejiang Huayou andrà da luglio 2022 a dicembre 2025, mentre il contratto con CNGR durerà da gennaio 2023 a dicembre 2025. Zhejiang Huayou ha affermato che il prezzo del precursore ternario sarà determinato in base al prezzo di mercato e alla commissione di elaborazione applicabile al momento dell’acquisto.

Perché è importante Le batterie rappresentano la maggior parte del costo dei veicoli elettrici. All’inizio di quest’anno la guerra in Ucraina ha portato a un’escalation dei costi delle materie prime per le batterie; ciò a sua volta ha spinto i produttori di auto elettriche ad aumentare i prezzi dei veicoli. Inoltre, vi è scarsità di approvvigionamento per queste materie prime.

Ai primi di luglio Ford Motor Company (NYSE:NYSE:F) ha annunciato di essersi assicurata accordi per l’approvvigionamento diretto di materie prime per batterie negli Stati Uniti, in Australia, in Indonesia e in altri Paesi. L’azienda rivale General Motors Corporation (NYSE:NYSE:GM) la scorsa settimana ha dichiarato di aver negoziato tre accordi di fornitura vincolanti per la fornitura di questo tipo di materie prime.

Tesla ha un obiettivo a lungo termine di crescita delle consegne del 50% e questi accordi probabilmente aiuteranno l’azienda a raggiungere l’obiettivo.

Movimento dei prezzi All’ultimo controllo, nella sessione pre-market di oggi, le azioni Tesla cedevano lo 0,35% a 888,30 dollari. Dati di Benzinga Pro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post La Germania ha tre mesi per salvarsi da una crisi invernale del gas
Next post Atenei, Multiversity rileva l’Università Telematica San Raffaele Roma