Streaming, accordo tra Netflix e Microsoft per fare la pubblicità assieme

Le due aziende americane hanno annunciato una partnership per i contenuti pubblicitari sulla piattaforma

Con una nota congiunta sul blog di Microsoft è stata annunciata ufficialmente la collaborazione tra l’azienda di Redmond e la streaming TV per il lancio del nuovo abbonamento Netflix a prezzo scontato, con l’inserimento di spazi promozionali in film e serie TV. La nuova offerta, secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe essere disponibile per gli utenti entro la fine del 2022.

La collaborazione tra Netflix e Microsoft

“Ad aprile abbiamo annunciato – spiega il COO di Netflix, Greg Peters nella nota congiunta – che introdurremo un nuovo piano di abbonamento, supportato da annunci a prezzi più bassi per i consumatori, oltre ai nostri piani di base, standard e premium senza pubblicità esistenti. Oggi siamo lieti di annunciare che abbiamo scelto Microsoft come nostro partner globale per la tecnologia pubblicitaria e le vendite”. Il colosso fondato da Bill Gates ha vinto la concorrenza su altre aziende hi-tech e media come Google e Comcast.
A far propendere la scelta per Microsoft, secondo Peters, è stata “la comprovata capacità di sostenere tutte le nostre esigenze pubblicitarie mentre insieme costruiamo una nuova offerta supportata dalla pubblicità. Ancora più importante, Microsoft ha offerto la flessibilità di innovare nel tempo sia dal punto di vista tecnologico che delle vendite, nonché una forte protezione della privacy per i nostri membri”.
 

Il nuovo abbonamento non arriverà subito

Nella nota, Netflix spiega anche come il debutto della nuova offerta non sarà immediato ma che con la pubblicità nei contenuti ci sarà anche “più scelta per gli utenti e un’esperienza premium, migliore rispetto a quella delle TV tradizionali, per gli inserzionisti”. Resta da capire se questa mossa riuscirà a invertire la rotta e limitare la perdita di utenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Previous post A Milano i giovani tornano a fare impresa: aziende under 35 in crescita del 21,5%
Next post Iziwork, anticipo di stipendio fino a 250 euro ai lavoratori in somministrazione