Dax future: supporto di breve termine a 12.600 punti

Nella seduta di martedì il Dax future (scadenza settembre 2022) ha tentato un recupero ma non è riuscito a superare i 12.930 punti. Il trend di breve termine rimane negativo: da un punto di vista grafico, tuttavia, solo il cedimento del sostegno posto a 12.600 punti potrebbe fornire un nuovo segnale ribassista, con un primo target in area 12.520-12.510 e un secondo obiettivo a quota 12.430 punti. Soltanto il ritorno sopra i 13.370 punti potrebbe provocare un’inversione rialzista di tendenza.

L’Eurostoxx50 future (scadenza settembre 2022) è stato invece respinto da quota 3.520 ed è sceso verso i 3.470 punti. Il quadro tecnico di breve periodo rimane ancora precario: prima di poter iniziare una risalita di una certa consistenza sarà pertanto necessaria una fase riaccumulativa. Il cedimento di quota 3.430 fornirà invece un nuovo e pericoloso segnale ribassista di tipo direzionale, con un primo in area 3.405-3.400 punti. (riproduzione riservata)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous post Ice: l’export italiano cresce del 22,4% nella prima metà del 2022
Next post Germania, ordini industria in calo a luglio per sesto mese consecutivo, pesa guerra Ucraina